XXII Giochi Olimpici invernali

Le Olimpiadi di Sochi, che si svolgeranno in Russia dal 7 al 23 febbraio 2014, passeranno alla storia come i Giochi più costosi finora disputati: con una spesa di oltre 50 miliardi di dollari questi Giochi invernali hanno infatti superato perfino le Olimpiadi estive di Pechino del 2008. Sochi è una località marina sulle sponde del Mar Nero e praticamente tutto ciò che occorre per gli sport invernali ha dovuto essere costruito ex novo.  Per le gare sciistiche ci si sposterà in una vicina località montana, secondo una tendenza già manifestatasi nelle 2 precedenti edizioni delle Olimpiadi invernali a Torino e Vancouver. L’aspetto economico non rimarrà l’unico record: questa sarà l’Olimpiade invernale con maggior numero di atleti partecipanti (circa 3000 di 88 diverse nazioni), con il più alto numero di gare (98, distribuite tra 15 discipline di 7 diversi sport) e con l’esordio olimpico di ben 12 nuove gare (come il salto dal trampolino femminile, lo snowboard slopestyle e la staffetta mista del biathlon). Alcuni temono che sarà anche l’Olimpiade con il maggior numero di infortuni, per l’introduzione di nuove discipline ad alto rischio e per la ricerca della spettacolarità ad ogni costo con tracciati per sci e snowboard troppo estremi. Gareggerà ancora una volta lo sciatore norvegese Ole Einar Bjørndalen, già vincitore di 11 medaglie olimpiche, per tentare di conquistare altri podi e diventare così l’atleta più medagliato di sempre alle Olimpiadi invernali. Se i Giochi di Cortina del 1956 furono ricordati per l’esordio in grande stile delle riprese televisive, a Sochi ci sarà un reportage tramite web e social network di un’ampiezza mai vista: molti siti e profili di singoli atleti consentiranno di seguire in tempo reale lo svolgersi delle gare e dei vari avvenimenti, completati da App realizzate appositamente per i dispositivi mobili come tablet e smartphones.

 

Curiosità olimpiche

Nel logo ufficiale compare la scritta Sochi2014.ru, l’indirizzo del sito web russo dedicato ai Giochi, affiancata dai tradizionali 5 cerchi olimpici. Sochi e 2014 sono scritti l’uno sopra l’altro con caratteri che sembrano rispecchiarsi, a simboleggiare le montagne che si riflettono sul mare. Hot.Cool.Yours (Caldo, Freddo, Tuo) è il motto dei  Giochi di Sochi, ideato per sottolineare l'intensità delle gare e la passione (hot), il freddo e il ghiaccio caratteristici dell’inverno russo (cool) e l’appartenenza dell’evento ad ogni spettatore (yours). Le mascotte dei giochi sono tre animali tipici della Russia: l’orso polare, la lepre ed il leopardo dell’Amur. Nella sfilata della cerimonia inaugurale le nazioni non sfileranno nel consueto ordine, poiché si seguirà l’alfabeto cirillico: la prima, tuttavia, sarà sempre la Grecia in onore dell’origine antica dei Giochi Olimpici.