Un convegno in scarpe da ginnastica

Potrebbero essere ricordate così le due giornate dell’evento “Dalle parole alle azioni” che si è svolto ad Ivrea il 20 - 21 settembre. Oltre agli interventi dei relatori e all’esposizione di poster su promozione della salute, sorveglianze epidemiologiche, nordic walking, misurazione dell’attività fisica e corretta alimentazione, ci sono infatti stati molti momenti di attività fisica reale: esperienza di nordic walking, camminata, azione teatrale, intermezzi di stretching. Venerdì pomeriggio un centinaio di congressisti, oltre un piccolo gruppo che ha scelto una passeggiata turistica guidata, sono stati trasferiti al Parco della Polveriera dove ha sede il Campus del cammino: qui istruttori di associazioni sportive del territorio hanno fornito i partecipanti di bastoncini e li hanno introdotti alla pratica del nordic walking. Al termine delle lezioni dimostrative i congressisti sono ritornati a piedi alla sede del convegno  praticando la camminata nordica attraverso la città di Ivrea, tra la curiosità dei passanti. Un gruppo di partecipanti ha inoltre sperimentato l’uso di un dispositivo portato alla cintura, che consente di misurare la durata e l’intensità dell’attività fisica praticata: la lettura di questi dati è stata l’argomento di una sessione parallela sulle evidenze scientifiche dei benefici per la salute di uno stile di vita attivo. L’azione teatrale è stata condotta da due attori che hanno rappresentato i temi della comunicazione e dell’attività fisica con i criteri del teatro sociale, nell’ambito di un intervento coordinato dalla Prof.ssa Rossi Ghiglione dell’Università di Torino. I lavori congressuali sono stati movimentati anche da alcuni studenti in Scienze Motorie del corso diretto dal Prof. Zignin del SUISM di Torino, che hanno coinvolto il pubblico in momenti di stretching. I relatori hanno esposto progetti ed attività di promozione dell’attività fisica realizzati dall’Asl To4 (attività con i bambini più piccoli, progetti con le scuole, nordic walking e attività fisica adattata) o attivati da scuole e realtà del territorio. Tra gli altri, sono intervenuti per illustrare le proprie iniziative: il Sindaco di Settimo Aldo Corgiat, l’Assessore allo Sport di Asiago Franco Sella, il responsabile della ASD Nordic Walking Andrate Claudio Baldi e l’insegnante Mara Papurello dell’IC di Fiano. 

Il convegno ha rappresentato per il Piemonte l’evento conclusivo del progetto “ComunicAzioni”, a cui hanno partecipato anche l’Emilia-Romagna ed il Veneto. Questo progetto, finanziato dal Centro Controllo Malattie del Ministero della Salute, è rivolto a coinvolgere i “decisori” (sindaci, funzionari, medici, insegnanti) nel favorire l’attività fisica da parte di tutti i cittadini. Le evidenze scientifiche, infatti, dimostrano che uno stile di vita attivo, insieme alla corretta alimentazione, all’astensione dal fumo e al consumo moderato di alcolici, è in grado di migliorare il benessere e di ridurre il rischio di patologie  croniche diffuse e invalidanti come le cardiopatie, il diabete, l’obesità.