Un manuale per far muovere gli alunni

La pratica di attività fisica dei bambini e dei ragazzi del Piemonte in età scolare è molto al di sotto dei livelli raccomandati per la salute a livello internazionale, come confermato dalle sorveglianze OKkio alla salute (2010) e Health Behaviour in School-aged Children (2008). Nonostante la buona    diffusione delle attività sportive a livello giovanile, prevalgono in questa fascia di età comportamenti sedentari e forme di svago passivo, come l’utilizzo dei nuovi mezzi di comunicazione. Per contrastare l’inattività sono raccomandati interventi che coinvolgano l’intera comunità scolastica, le famiglie e le risorse del territorio. L’organizzazione per gradi di scuola, la scansione temporale in anni, la struttura della stessa giornata scolastica sono alcuni degli elementi favorevoli alla realizzazione di iniziative di promozione del movimento.

Per incoraggiare e sostenere queste azioni la Rete Attività fisica Piemonte, con il supporto metodologico e documentale di DoRS, ha realizzato il manuale Esperienze e strumenti per la promozione dell’attività fisica nella scuola, nell’ambito del Piano Regionale della prevenzione 2010 – 2012. Questo Manuale, destinato a dirigenti e docenti scolastici, a professionisti della salute, ad associazioni operanti nella scuola e a chiunque altro voglia condurre progetti di promozione motoria in ambito scolastico, è suddiviso in quattro capitoli.

Nel primo capitolo vengono ricordate le raccomandazioni internazionali sui livelli di attività fisica necessari per la salute, sono presentati i dati italiani e piemontesi ricavati dagli attuali sistemi di sorveglianza e sono descritte le opportunità offerte dal sistema scolastico per promuovere l’attività fisica quotidiana degli alunni.

Il Capitolo 2 raccoglie in tavole sinottiche gli interventi che si possono mettere in atto per promuovere l’attività fisica nella scuola, suddivisi per:

- ordine/grado di scuola (primaria, secondaria di primo e di secondo grado),

- contesto (tragitto casa-scuola, in classe, in palestra, in cortile),

- tipo di attività (pedibus, educazione fisica, giochi di movimento).

Nel Capitolo 3 sono presentati, sotto forma di schede di facile consultazione, 12 progetti realizzati con successo dalle Aziende sanitarie piemontesi. Sono inoltre evidenziati altri programmi e progetti di promozione dell’attività fisica realizzati in ambito scolastico a livello regionale, nazionale e internazionale. Gli interventi selezionati rispondono alle raccomandazioni della letteratura e mettono a disposizione metodi e strumenti di lavoro. Alla fine del capitolo sono citate alcune banche dati, utili per approfondire la conoscenza dei progetti presentati e per la ricerca di ulteriori esperienze sul tema.

Il quarto ed ultimo capitolo è dedicato alla metodologia progettuale, dalla ideazione iniziale alla valutazione finale. Al termine del volume è citata la bibliografia di riferimento. Si può scaricare il manuale, interamente o per capitoli, dal sito: http://www.dors.it/pag.php?idcm=4777 

 

La Rete Attività fisica Piemonte

Nata nel 2009, la RAP è formata da 14 membri scelti dalle Aziende sanitarie tra medici dello sport e di igiene degli alimenti, promotori della salute e altri operatori della prevenzione; è integrata da esperti di progettazione in promozione della salute di DoRS (Centro regionale di documentazione per la promozione della salute) e fa capo alla Direzione Sanità - Settore Prevenzione  e Veterinaria – della Regione Piemonte. Questo gruppo si riunisce in media 3 volte all’anno, raccoglie e condivide le esperienze del territorio regionale sulla promozione dell’attività fisica nei vari setting (scuola, lavoro, comunità), diffonde le buone pratiche, ricerca la standardizzazione degli interventi, si collega con programmi extraregionali. Tra questi ultimi vi sono i 3 progetti di promozione motoria del Programma Azioni, sviluppati dal 2008 in collaborazione con altre Regioni e finanziati dal Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (CCM) del Ministero della Salute: Promozione dell’attività fisica – Azioni per una vita in salute, Piano di comunicazione ai decisori dei contenuti di salute di una vita attiva e Una Rete di Azioni per rendere operativa la Carta di Toronto.

1.                                

Per saperne di più

http://www.regione.piemonte.it/sanita/cms/prevenzione-e-promozione-della-salute/stili-di-vita-e-promozione-della-salute/955-promozione-dellattivita-fisica.html

http://www.dors.it/pag.php?idcm=4777

http://www.azioniperunavitainsalute.it